mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Marche > San Benedetto, l’Ipsia “Antonio Guastaferro” premiato per il miglior progetto di domotica

San Benedetto, l’Ipsia “Antonio Guastaferro” premiato per il miglior progetto di domotica

ipsia

L’IPSIA “Antonio Guastaferro” miglior progetto nazionale KNX per la categoria scuole

Un’altra grande soddisfazione per l’Istituto Professionale di Stato di San Benedetto del Tronto: venerdì 6 dicembre 2019 presso il Museo del volo Area Ex officine Aeronautiche Caproni a Somma Lombardo (VA), si è svolta la cerimonia di premiazione dei migliori progetti di automazione per gli edifici in tecnologia KNX dell’ultimo biennio.

La giuria tecnica composta dal presidente di KNX Italia Massimo Valerii, dai coordinatori nazionali KNX e da altre personalità di eccellenza del settore esterne all’organizzazione, ha decretato il progetto della residenza sanitaria assistenziale “Gli Ulivi” presentato dall’Ipsia di San Benedetto il migliore a livello nazionale per la categoria scuole ed istituti tecnici.

Il progetto dell’ipsia il migliore a livello nazionale

Alla cerimonia di premiazione erano presenti alcuni allievi del settore elettrico-elettronico che hanno realizzato il progetto avvalendosi del supporto del professor Franco Acciarri, per la parte elettrica e domotica e del professor Giovanni De Angelis per la parte architettonica.

Il progetto, che comprende una RSA ed una palestra con piscina, prevede soluzioni domotiche KNX evolute per l’efficienza, il risparmio energetico e per l’automazione complessiva dell’edificio; sono state inoltre sviluppate soluzioni KNX per la domotica assistenziale rivolta alle persone particolarmente fragili ospiti della residenza per anziani.

Un premio di notevole importanza

Il premio assume notevole importanza se si pensa che il protocollo KNX è lo standard mondiale della Home e Building Automation al quale aderiscono 490 aziende costruttrici a livello mondiale quali colossi come Siemens, Abb, Schneider, Bticino, Gewiss, solo per citarne alcuni.

Un altro grande riconoscimento quindi, dopo quello già ottenuto nel maggio scorso relativo alle Smart life -Gewiss e che conferma la validità ed attualità della offerta formativa dello storico istituto sambenedettese unitamente all’alto livello tecnico messo in campo.

Luigi Verdecchia

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *