sabato, Maggio 30, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stasera in TV: “Agente 007 – Licenza di Uccidere” sabato 15 febbraio 2020

Il film consigliato stasera in TV: “Agente 007 – Licenza di Uccidere” sabato 15 febbraio 2020

film 007 licenza di uccidere

Il film consigliato stasera in TV: “Agente 007 – Licenza di Uccidere” sabato 15 febbraio 2020 alle 21:25 su TV8  

Agente 007 – Licenza di uccidere (Dr. No) è un film del 1962 diretto da Terence Young ed interpretato da Sean Connery, Ursula Andress e Joseph Wiseman.

Si tratta del primo capitolo della serie dedicata all’agente segreto britannico James Bond. Ispirato all’omonimo romanzo di Ian Fleming pubblicato nel 1958, è stato adattato da Richard Maibaum, Johanna Harwood e Berkeley Mather e prodotto da Harry Saltzman e Albert R. Broccoli.

Nonostante sia stato il primo libro a essere portato sullo schermo, Licenza di uccidere non è il primo romanzo di Fleming: la nascita di James Bond avvenne infatti in Casino Royale, uscito nel 1953.

Sebbene realizzata a basso costo, la pellicola si rivelò un grande successo commerciale e la prima di una longeva serie. Già da questo primo capitolo sono presenti alcuni dei marchi di fabbrica dei film di 007 come la cosiddetta sequenza gunbarrel e la raffinata elaborazione stilistica dei titoli di testa.

«– E io ammiro la sua fortuna, mister…?
– Bond, James Bond.»
(Sylvia Trench e 007 al tavolo del casinò)

John Strangways, del servizio segreto britannico di stanza in Giamaica, subisce l’agguato di tre assassini conosciuti come “Three Blind Mice” e viene rapito e ucciso. Come contromossa l’agente 007 James Bond viene convocato nell’ufficio del suo superiore, M, il quale lo recluta al fine di scoprire i misteri che si nascondono dietro la scomparsa di Strangways e quali siano stati i suoi rapporti con la CIA in un caso di sabotaggio di un lancio missilistico statunitense per mezzo di onde radio.

Costretto quindi a sostituire la sua vecchia Beretta con una potente Walther PPK, Bond parte per la Giamaica: arrivato all’aeroporto di Kingston una ragazza sospetta cerca di fotografarlo e un tassista si offre di accompagnarlo a casa del governatore Pleydell-Smith. I sospetti di Bond riguardo l’identità dell’autista sono fondati e infatti si tratta di un scagnozzo del misterioso dottor Julius No che, in seguito allo scontro con l’agente, si suicida con del cianuro contenuto nelle sigarette.

Subito dopo 007 si incontra con il governatore e il generale Potter, che abitualmente giocava a carte con Strangways: Bond scopre che quest’ultimo era un grande appassionato di pesca e che spesso affittava la barca di un certo Quarrel, un pescatore della zona; questi, inizialmente, non essendo sicuro delle intenzioni della spia, decide di non collaborare ma dopo che Bond mette al tappeto lui e Pussfeller, proprietario del bar locale, Quarrel scopre grazie all’intervento di Felix Leiter, un agente della CIA, che 007 è del servizio segreto britannico.L’esordio assoluto di 007 sul grande schermo, nel momento in cui pronuncia la celebre frase: «Bond, James Bond».

Mentre indaga in casa di Strangways Bond trova il biglietto da visita di un certo professor Dent, che aiutava il primo a identificare dei campioni di rocce provenienti da un’isola vicino Kingston chiamata Crab Key: Dent disse a Strangways che i campioni erano delle semplici piriti, ma Bond scopre che in realtà si tratta di materiale radioattivo. Dent è infatti al servizio del Dr. No, un eccentrico scienziato germano-cinese con delle protesi di acciaio al posto delle mani, nonchè proprietario di Crab Key, che ha ordinato l’uccisione di Bond. Dopo aver fallito l’impresa con una tarantola Dent approfitta della segretaria del governatore, Miss Taro, per attirare 007 in un’altra trappola: la donna chiama Bond per invitarlo nella sua residenza, ma quando l’agente sta per arrivare viene attaccato da un’auto; Bond riesce a seminarli e gli inseguitori precipitano giù da un burrone mentre Miss Taro, dopo aver ceduto al fascino di Bond, viene arrestata. È ormai notte e Bond capisce che Dent arriverà da un momento all’altro e ricorrendo a uno stratagemma si salva; il professore tenta inutilmente di ucciderlo, ma viene ucciso dalla spia.

Bond e Quarrel si recano quindi a Crab Key dove incontrano la bella cercatrice di conchiglie Honey Ryder, il cui padre è stato ucciso dal dottor No, ma vengono attaccati da una barca. Dopo essersi nascosti lungo un fiume, i tre si avvicinano al centro dell’isola quando si trovano faccia a faccia con il “Drago” del Dr. No, che non è altro che un carrarmato dotato di lanciafiamme; Quarrel muore bruciato mentre Bond e Honey vengono catturati dal dottore. I due vengono ospitati da No in una lussuosa residenza dotata di stanze senza uscita e durante la cena lo scienziato rivela che in passato era il vicepresidente della Tong e che ora lavora con la SPECTRE, una potente multinazionale del crimine, allo scopo di sabotare le missioni spaziali americane e vendicarsi contemporaneamente dell’Oriente e dell’Occidente, entrambi rei di aver rifiutato le sue conoscenze in passato.

Dopo la cena Bond viene stordito dal Dr. No e portato in cella, ma 007 riesce a scappare attraverso le condutture d’aerazione; grazie poi ad un travestimento da tecnico di laboratorio riesce a sovraccaricare il reattore utilizzato per il dirottamento delle navi spaziali. Bond uccide quindi il Dr. No facendolo cadere nella vasca di raffreddamento del reattore nucleare e riesce a scappare con Honey prima che la base esploda. I due, a bordo di una barca, vengono infine recuperati da Felix Leiter e altri agenti della CIA.

Regia di Terence Young

Con Sean Connery, Ursula Andress e Joseph Wiseman

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *