domenica, Gennaio 24, 2021
Home > Marche > Sussurri & Grida – Clamoroso rumor: la Lega si affida ad un top manager per vincere a Macerata. E’ Fabio Giulianelli (Lube)

Sussurri & Grida – Clamoroso rumor: la Lega si affida ad un top manager per vincere a Macerata. E’ Fabio Giulianelli (Lube)

sussurri

Sussurri & Grida – Clamoroso rumor: la Lega si affida ad un top manager per vincere a Macerata. E’ Fabio Giulianelli (Lube)

di Maurizio Verdenelli

MACERATA – Un top manager che ha portato il gruppo Lube al vertice della produzione delle cucine in Italia ed una squadra di volley in cima al mondo, sara’ chiamato al ‘capezzale’ di Macerata? L’ultimo, clamoroso ‘rumor’ di questa lunga tormentata ‘antivigilia’ elettorale per il rinnovo del consiglio comunale del capoluogo, mette clamorosanente al centro Fabio Giulianelli, amministratore unico del gruppo industriale con sede a Treia e contemporaneamente l’uomo del ‘triplete’: il patron che ha portato con Luciano Sileoni, la Lube volley di Osmany Quantorena e Bruninho a vincere tutto. Tuttavia il manager non avrebbe sciolto la riserva.

E’ un vincente, Giulianelli e l’operazione-Macerata, dove il Centro destra non vince dal 1997 (con Anna Menghi) e’ da super campionato del Mondo. A contattare Giulianelli sarebbe stato secondo gli highlights, Maurizio Mosca, che e’ nella cabina di regia della coalizione del Centro destra. Tuttavia non e’ un mistero che il Ceo di una delle piu’ importanti industrie cuciniere nazionali, sia amico personale dell’on. Giancarlo Giorgetti, gia’ sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri e braccio destro di Salvini. Dallo stesso Giorgetti si dice sia venuta a suo tempo anche l’indicazione della candidatura di Tullio Patassini, anch’egli treiese, eletto deputato nel 2018.

A Treia, dove alle Politiche ha battuto gli altri partiti, il Carroccio ha sfiorato la vittoria alle recenti amministrative presentando candidato sindaco Vittorio Sampaolo, dipendente Lube.Il treiese Giulianelli e’ certo popolare a Macerata dove la Lube ha giocato a lungo. Tuttavia il  trasferimento a Civitanova potrebbe essere letto in modo controverso da una parte dell’elettorato, in particolare quello sportivo e giovanile seppure la societa’ treiese abbia come arcinoto preso con sofferenza una decisione davvero difficile.Intanto la coalizione del Centro destra attende al tavolo di concertazione la Lega per l’indicazione definitiva. Il nome proposto dal sen. Arrigoni, inviato di Salvini, e’ stato fino ad oggi l’avv. Andrea Marchiori, tuttavia fortemente osteggiato da Forza Italia i cui banchi il consigliere comunale ha lasciato per il Carroccio.

Altri nomi sul tavolo come quello dell’avv. Raffaele Delle Fave e per ultimo di Mattia Orioli, coordinatore provinciale CDU, non hanno al momento riscosso valutazioni ufficiali da parte della Lega che a Macerata due anni fa ha ottenuto un risultato storico attestandosi al vertice come a Treia. Giulianelli o Marchiori o Delle Fave od Orioli, il conclave del Centro Destra e’ atteso alla fumata bianca nell’incontro fissato venerdi’ sera.Altre fumate nere non sarebbero ben…viste dall’elettorato: non certo a caso lo ‘sfidante’ ufficiale del Centro Sinistra, avv. Narciso Ricotta, Pd, ha attaccato il campo avverso proprio sull’indecisione nel proporre la candidatura a sindaco.Sul versante del consiglio regionale, e’ confermato invece il nome del notissimo imprenditore Sandro Parcaroli (Medstore) che ha inaugurato  domenica scorsa la nuova splendida sede a Piediripa. Nel centro storico Parcaroli e’ titolare di Vere Italie, ristorante di gran classe specializzato in eccellenze di cucina marchigiana.

Intanto in citta’ sono stati resi definitivi i risultati delle Primarie di domenica. Narciso Ricotta: 1.164 voti (42%); Stefania Monteverde 478 (17%); Luciano Pantanetti 527 (19%); David Miliozzi 601 (22%). Per quest’ultimo, consigliere comunale, insegnante al liceo artistico, scrittore, un buon successo sopratutto da parte di chi si attende in citta’ maggiore propositivita’ culturale e nuove idee. Non c’è dubbio che una grossa spinta al prof del ‘Cantalamessa’ sia venuta da un testimonial d’eccezione: il tre volte premio Oscar, Dante Ferretti, ‘sceso’ a sostenere il suo biografo Miliozzi, a Macerata.  Che lo scenografo di Fellini e Scorsese aveva l’ultima volta lasciato facendosi fotografare in piazza della Libertà insieme con il sindaco Carancini e la vicesindaco Monteverde.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *