venerdì, Ottobre 22, 2021
Home > Marche > Sussurri & Grida di Maurizio Verdenelli – A Macerata il centrosinistra sceglie il proprio candidato sindaco

Sussurri & Grida di Maurizio Verdenelli – A Macerata il centrosinistra sceglie il proprio candidato sindaco

sussurri

Sussurri & Grida – A Macerata il centrosinistra ha scelto il candidato sindaco. Il centrodestra aspetta segnali dalla Lega

di Maurizio Verdenelli

MACERATA – Domenica sera le urne hanno dato l’esito atteso alla vigilia. Le primarie del centrosinistra hanno indicato nel potente assessore ai LL.PP, Narciso Ricotta, il candidato sindaco per il voto di primavera. Assente il competitor ‘piu’ rischioso’ Romano Mari, medico e benvisto dalla Curia, escluso dalla regola dei sette mandati, per Ricotta e’ stata una passeggiata di salute.

Con 1.159 voti – alle urne 2.800 cittadini – l’avvocato sostenuto compattamente dal Pd ha riscosso il 42% delle preferenze doppiando esattamente il secondo classificato, il consigliere comunale David Miliozzi che mettendo nel motore  tre Oscar – suo testimonial e’ stato lo scenografo Dante Ferretti – ha messo assieme 601 voti.

“Sono io la voce nuova del centrosinistra, considerato che la mia lista e’ nata appena due mesi fa” ha dichiarato l’insegnante e scrittore. Entusiasmo dunque alle stelle per il detentore del 21% di una platea di poco meno di tremila voti, mentre delusione per il suo 19% e’ venuta da Luciano Pantanetti, presidente del consiglio comunale. Dichiarazioni asettiche inneggianti all’unita’ da parte della vicesindaca Stefania Monteverde che alle urne si e’ presentata vestita con i colori della bandiera italiana.

In realta’ il 18% per la Signora Assoluta della Cultura cittadina che alle Europee, vestita delle insegne di Pizzarotti, aveva ottenuto un discreto risultato, un quarto ed ultimo posto alle primarie maceratesi, e’ indubbiamente allarmante e per lei …ridimensionante.

A complimentarsi con il trionfante Ricotta, da cui ieri sera ha avuto un pubblico grazie, il sindaco uscente Romano Carancini che molto gli deve nella strategia che 5 anni fa lo hanno visto confermato nella poltrona di sindaco.Con chi divea’ competere il campione designato del Pd? Il centrodestra, che non e’ al potete dal lontano 1997 a Macerata, al momento e’ in stand by. Dalla Lega si attendono segnali riguardo alla designazione dell’ex rutelliano ed ex assessore del centrosinistra, avv. Raffaele Delle Fave. Ma non e’ un mistero che l’inviato di Salvini, sen. Arrigoni, vorrebbe l’avv.Andrea Marchiori non graditissimo da FI, da lui lasciata per il Carroccio.

All’ultimo tavolo, intanto la Lega non si e’ presentata. Ma appare ormai chiaro che il giuoco e’ ormai spostato a Roma: il voto a Macerata appare infatti in stretta connessione con quello regionale dove Giorgia Meloni vuole la candidatura a governatore dell’on. Acquaroli mentre Salvini quella del sindaco di Civitanova, Ciarapica. Chi la spuntera’ nelle Segrete Stanze?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net