giovedì, Settembre 23, 2021
Home > Italia > Ancona, incendio ex Tubimar: le decisioni del Coc

Ancona, incendio ex Tubimar: le decisioni del Coc

ancona

Ancona, incendio ex Tubimar: le decisioni del Coc

ANCONA – A fine pomeriggio di una giornata interminabile, contrassegnata dall’emergenza scaturita dall‘incendio che ha distrutto l’altra notte un capannone di ampie proporzioni in area portuale, con rilascio di fumo abbondante che ha interessato una vasta porzione del territorio,  il COC è tornato a riunirsi ieri pomeriggio presso la sede del Comune di Ancona e sotto la guida del sindaco Valeria Mancinelli,  per concordare  una serie di indicazioni certe da comunicare alla cittadinanza, a salvaguardia della salute collettiva.

Essendo ancora in corso valutazioni di carattere ambientale che richiedono tempi standardizzati  e  in attesa dei risultati delle analisi effettuate dall’Autorità sanitaria,  attuate anche con l’ausilio di un laboratorio mobile intervenuto da Perugia,  il sindaco ha  comunicato ai giornalisti convocati a fine riunione,  misure  e  suggerimenti  cui attenersi  “a titolo cautelativo”  (in attesa, appunto,  dei risultati degli accertamenti)   nelle prossime ore e nei prossimi giorni e fino a nuova comunicazione:

1-  attraverso  la reiterazione dell’ordinanza di ieri mattina, si dispone di prolungare a oggi la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, dei nidi e dell’ Università, eccezion fatta per il polo di Torrette. Restano chiusi anche i centri semiresidenziali e i parchi.

2- verrà eseguita  a partire da oggi, sulla base di una perimetrazione che  sarà definita  in relazione alla modellistica di ricaduta dei fumi elaborata dall’ Arpam,  la pulizia straordinaria delle strade interessate dal deposito di materiale sedimentato a terra a seguito dell’incendio.

3- si raccomanda  la pulizia di superfici esterne (davanzali, balconi) delle abitazioni private, da effettuare solo con acqua.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net