lunedì, Aprile 12, 2021
Home > Lazio > Fiumicino, atto vandalico nella frazione di Aranova: bruciato il leggìo della Chiesa di Nostra Signora di Fatima

Fiumicino, atto vandalico nella frazione di Aranova: bruciato il leggìo della Chiesa di Nostra Signora di Fatima

fiumicino

Fiumicino, atto vandalico nella frazione di Aranova: bruciato il leggìo della Chiesa di Nostra Signora di Fatima

FIUMICINO – Sarebbe stato bruciato da tre vandali il leggìo appartenente alla Chiesa di Nostra Signora di Fatima, situata nella frazione di Aranova.

Stando alle dinamiche dell’accaduto, i tre, una volta entrati in Chiesa, avrebbero incendiato il copriambone, danneggiando in questo modo anche il leggìo.

Indignato per la vicenda, il sindaco Esterino Montino, che sulla sua pagina Facebook scrive:

“Quanto è accaduto all’interno della chiesa Nostra Signora di Fatima ad Aranova ad opera di alcuni ragazzi è un gesto deprecabile, che condanno fermamente. È intollerabile che vengano profanati i luoghi di culto, a qualsiasi fede facciano riferimento. In attesa di chiarimenti per quanto avvenuto, a nome mio e dell’intera Amministrazione che presiedo esprimo la mia solidarietà a Don Michele, parroco della chiesa, e al Vescovo della Diocesi di Porto Santa Rufina, Mons. Gino Reali”.

Inorriditi da questo gesto, anche la Giunta, insieme ai consiglieri comunali.

A dichiararlo sono il capogruppo del PD Stefano Calcaterra e la presidentessa del Consiglio comunale Alessandra Vona, che sui social affermano:

“È un fatto gravissimo che profana un luogo sacro di alto valore per tutte le persone che professano la fede cattolica, ma anche per tutti coloro che credono nella libertà di culto. Abbiamo già avuto modo di esprimere personalmente la nostra condanna per l’accaduto e la nostra solidarietà a don Michele, ma vogliamo estenderla a tutta la comunità cattolica di Aranova, offesa da questo gesto insulso e inaccettabile”.

Elisa Cinquepalmi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *