mercoledì, Dicembre 8, 2021
Home > Sport in Pillole > Samb: buon pari dei rossoblu in trasferta, al Sandrini Legnago-Samb termina 1-1

Samb: buon pari dei rossoblu in trasferta, al Sandrini Legnago-Samb termina 1-1

samb

Samb: buon pari dei rossoblu in trasferta, al Sandrini Legnago-Samb termina 1-1

di Marco De Berardinis

Reti realizzate entrambe su calcio di rigore. A Botta nel primo tempo, ha risposto Rolfini ad inizio ripresa

Una buona Samb torna dal Sandrini di Legnago con un punto, il rammarico che potevano essere tre, dopo che i rossoblu erano passati in vantaggio su rigore realizzato da Botta nel primo tempo, ma raggiunti ad inizio di ripresa dal goal di Rolfini, anch’esso su rigore. Nonostante la superiorità tecnica palesata in campo, i ragazzi di Montero non sono riusciti a sconfiggere un Legnago modesto ma caparbio e vivace, che in fin dei conti ha meritato il pareggio. Sul finale di gara nonostante i rossoblu si siano riversati nella metà campo avversaria, rare sono state le occasioni da goal.

Contro i biancazzurri il tecnico Montero aveva parecchi indisponibili tra infortuni, scelta tecnica e squalifica, nello specifico, Lombardo, Padovan, Cristini, Di Pasquale, Shaka Mawuli, Lavilla, Serafino e Maxi Lopez. Per quanto riguarda il modulo, optava per un più coperto 4-4-1-1, mentre per quanto riguarda la formazione, confermava per nove undicesimi quella che aveva battuto la Vis Pesaro a domicilio, uniche novità Biondi al posto di Cristini in difesa e Bacio Terracino al posto di Maxi Lopez in attacco.

In casa veneta, il tecnico Colella faceva parecchio turn over rispetto alla gara pareggiata mercoledì scorso ad Imola, superstiti di quella gara il portiere Pizzignacco, Zanoli, Perna, Yabre, Lazarevic e Buric, mentre veniva confermato il 4-3-1-2.

PRIMO TEMPO

Partivano al piccolo trotto le due squadre, anche se erano più intraprendenti i padroni di casa. Infatti all’8’ Bulic lasciava partire un tiro dal limite dell’area che sorvolava la traversa. I rossoblu rispondevano al 13’, Lescano andava sul fondo e metteva in mezzo, il tiro di prima intenzione dell’accorrente D’Angelo, dal limite dell’area, terminava di poco sul fondo.

Con il passare dei minuti, la gara saliva di intensità, con le due squadre che aumentavano i giri del proprio motore, entrambe cercavano più ad offendere che a difendersi. Al 25’ Laurenti dai 25 metri lasciava partire un tiro che si spegneva sul fondo. Un minuto più tardi rispondeva la Samb con un cross profondo di Liporace, in area svettava di testa Lescano, la sfera sfiorava la traversa; Samb vicina al vantaggio.

Al 29’ erano i veneti a rendersi pericolosi con un tiro cross di Zanoli dalla destra che colpiva in pieno la traversa, la sfera tornava in campo, poi ci pensava Fazzi a liberare la propria area. I veneti pigiavano sull’acceleratore alla ricerca del vantaggio, ma i rossoblu rispondevano colpo su colpo facendosi vedere di sovente dalle parti di Pizzignacco.

Al 38’ Buric metteva giù D’Angelo con un calcione appena dentro l’area, per l’arbitro era calcio di rigore tra le proteste dei biancazzurri. Batteva Botta che trafiggeva Pizzignacco portando in vantaggio i suoi. Legnago 0 – Sambenedettese 1.

Subita la rete i veneti si riversavano nella metà campo dei rossoblu attaccando a testa bassa, ma i ragazzi di Montero facevano buona guardia non concedendo nulla agli avversari, si andava così al riposo sul risultato di: Legnago 0 – Sambenedettese 1.

SECONDO TEMPO

Partivano a spron battuto i veneti pigiando subito sull’acceleratore e guadagnandosi un rigore, correva il 47’ quando D’Ambrosio sgambettava in area Buric, per l’arbitro, che era a due passi, non vi erano dubbi, rigore anche in questo caso, batteva Rolfini che spediva la sfera sotto la traversa. Legnago 1 – Sambenedettese 1.

I veneti insistevano cercando il raddoppio, momento di sbandamento per i rossoblu. Al 57’ Rolfini rubava palla a centrocampo e partiva come un treno verso l’area ospite, giunto al limite lasciava partire un tiro debole che non creava problemi a Nobile. Un minuto più tardi su angolo battuto da Laurenti, svettava in area Stefanelli, la sfera sfiorava il palo di sinistra di Nobile, brivido per i rivieraschi.

Al 67’ lungo lancio di Yabre per Grandolfo scattato sul filo del fuorigioco, l’ex rossoblu entrava in area e metteva in mezzo la sfera, ma nessun compagno la raccoglieva e l’azione sfumava. Da questo momento i rossoblu si svegliavano ed iniziavano ad imbastire buone trame prendendo in mano il pallino del gioco. Al 73’ su angolo battuto da Botta, svettava Lescano in area, il colpo di testa dell’argentino sfiorava la traversa. Samb vicina al vantaggio.

All’85’ una punizione di Botta dal limite veniva deviata da Pizzignacco. Gli ultimi dieci minuti di gara vedevano i rossoblu proiettarsi costantemente in avanti alla ricerca del goal vittoria e schiacciavano nella propria area i veneti che agivano di rimessa. Al 90’ Botta fuggiva sulla destra si accentrava e lasciava partire un mancino che sfiorava l’incrocio dei pali. Era questa l’ultima azione di una certa pericolosità dei rossoblu. I veneti riuscivano a limitare i danni e a portare una casa un prezioso pareggio per la loro classifica.

Questo il tabellino della gara Legnago Salus – Sambenedettese

Legnago: (4-3-1-2): Pizzignacco; Zanoli (74’ Girgi), Stefanelli, Perna ©, Ricciardi; Antonelli, Yabre, Laurenti (63’ Giacobbe); Lazarevic (66’ Morselli); Rolfini (66’ Chakir), Buric (66’ Grandolfo). A disp.: Corvi, Pellizzari, Bondioli, Ruggero, Gasperi, Lovisa, Mazzali. All. Giovanni Colella

SAMBENEDETTESE (4-4-1-1): Nobile; Fazzi, Biondi ©, D’Ambrosio, Liporace (90’ Chacon); Botta, Rossi, Angiulli (59’ Scrugli), D’Angelo (59’ De Ciancio); Bacio Terracino (59’ De Goicoechea); Lescano. A disp.: Laborda, Fusco, Enrici, Babic, Mhemetaj. All. Paolo Montero

ARBITRO: Tommaso Zamagni di Cesena. Giudici di linea: E. Bocca/A. Fine. Quarto Uff.: S. Moretti

NOTE: Pomeriggio soleggiato ma freddo, temperatura 10° C. circa, terreno di gioco in buone condizioni. Legnago con casacca biancazzurra a strisce verticali e pantaloncini bianchi. Samb in completo blu con innesti rossi sulle casacche. Gara a porte chiuse.

MARCATORI: 39’ Botta su r. (S.), 47’ Rolfini su r. (L.)

AMMONITI: 35’ Liporace (S.), 44’ Angiulli (S.), 83’ Grandolfo (L.), 84’ Yabre (L.)

ESPULSI:  

ANGOLI: 4 – 2

RECUPERO: 1’ 1° T. – 3’ 2° T.