domenica, Aprile 11, 2021
Home > Marche > Senigallia, padre spara al figlio: morto un ragazzo di 27 anni

Senigallia, padre spara al figlio: morto un ragazzo di 27 anni

folignano

Senigallia, padre spara al figlio: morto un ragazzo di 27 anni

SENIGALLIA – L’ennesimo dramma familiare. Potremmo dire uno tra tanti, come se ormai la cronaca ci avesse abituati ad orrori di questo tipo. Stavolta è accaduto a Senigallia. Un uomo di 73 anni ha ucciso il figlio di 27 con un colpo di pistola. Erano circa le 17.30 di oggi quando, nella frazione Roncitelli, ha avuto luogo la terribile tragedia.

Stando ad una primissima ricostruzione della dinamica del drammatico accaduto, il padre avrebbe esploso un colpo di pistola contro il figlio. A segnalare il fatto sarebbero stati i vicini che, allertati dallo sparo, avrebbero informato immediatamente i soccorsi. Stando invece ad un’altra versione dei fatti, pur se gravemente ferito, il giovane sarebbe riuscito a chiedere aiuto, per poi spirare.

Così, verso le 17.45 sono giunti sul posto i carabinieri, insieme alla Polizia Scientifica e ai sanitari del 118, che purtroppo hanno solo potuto constatare il decesso del giovane, che sarebbe morto sul colpo.

Vista la gravità dell’accaduto, la centrale operativa aveva infatti ritenuto opportuno far levare in volo l’eliambulanza, che però è tornata indietro poco dopo, vuota.

Nel frattempo, i militari dell’Arma hanno arrestato il padre della vittima e, in questo momento, sono in corso le indagini per comprendere il movente di questa triste vicenda.

Non è infatti ancora del tutto chiara la dinamica dei fatti, ovvero se il colpo di pistola sia stato esploso al culmine di una lite degenerata o freddamente.

Padre e figlio in realtà non sarebbero stati nuovi a litigi, anche aspri.

Stando alle informazioni pervenute, al fatto avrebbero assistito uno o più familiari nella villetta divisa in 2 abitazioni. Da quanto è stato possibile apprendere, il 27enne sarebbe stato raggiunto dal colpo di pistola al collo, per la precisione alla giugulare. Al momento non si sa se l’arma fosse regolarmente detenuta o meno. Notizia in aggiornamento.

Elisa Cinquepalmi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *