sabato, Settembre 25, 2021
Home > Italia > Guerra dei sondaggi: Salvini punge Letta, che replica “Comportamento infantile”

Guerra dei sondaggi: Salvini punge Letta, che replica “Comportamento infantile”

salvini

Salvini contesta l’esultanza di Letta sui sondaggi: il Pd è primo solo per chi lavora con i Democratici

Matteo Salvini - Wikipedia

Dopo l’esultanza di Enrico Letta per il sondaggio IPSOS di ieri che dava il Partito Democratico al primo posto su Fratelli d’Italia e Lega arriva puntuale la replica pungente di Matteo Salvini durante il programma “Un giorno da pecora” su Radio Rai.
“L’unico sondaggio in cui il Pd è primo è della società demoscopica che lavora col Pd. Ci sono 6 case di sondaggi e 5 danno Lega prima”. Diverso è l’atteggiamento sull’ipotizzato sorpasso da parte di Giorgia Meloni perchè la competizione interna al centrodestra è vista in maniera positiva.

Salvini poi insiste sulla proposta di federazione del centrodestra di goveno e difende la scelta di appoggiare Mario Draghi. Far cadere il governo? “Di questo premier condivido tutto”, “tranne qualche menata Pd e M5S”.”Dopo 4 mesi di lavoro con Draghi sono ancora più contento della scelta fatta”.

Infine il leader della Lega chiede cautela sui vaccini ai minorenni, per non vanificare il”ritorno alla vita” voluto dalla Lega. Ci definivano “irresponsabili” ricorda Salvinui ,ma come Vasco siamo ancora qua.

Per Letta la risposta di Salvini sui sondaggi è infantile

A stretto giro di posta giunge puntuale poi la controreplica del segretario democratico Enrico Letta per cui “la scarsa affluenza (per le primarie Pd per la designazione del candidato sindaco di centrosinistra a Torino),non mi preoccupa. “Normale” nel post Covid ribadendo che per Roma “Gualtieri è l’uomo giusto” nonostante che le rilevazioni demoscopiche nella Capitale vedano in vantaggio il centrodestra.

Ma per Letta l’alternativa a Meloni e Salvini “si costruisce con il M5S, lodando il governo Draghi per la sua “credibilità” nell’Ue per trattare sui fondi del Next generation Ue e sulle riforme, giustizia, fisco e Pubblica Amministrazione. Infine giunge il commento sulla reazione di Salvini al sondaggio Ipsos: “Atteggiamento infantile” e di “cattivo gusto”.

Letta: Pd è primo, stare con Draghi è ok ma nei sondaggi per le comunali il centrodestra è avanti sia a Roma che a Milano

Infatti nella rilevazione dei sondaggi di ieri la IPSOS di Nando Pagnoncelli vedeva i tre maggiori partiti raggruppati fra il 20,8% ed il 20,1% con il Partito Democratico davanti a Fratelli d’Italia mentre la Lega scivola al terzo gradino del podio, anche se il centrodestra nel sondaggio complessivo supera il 50% dei consensi.

“Stare al governo con Draghi ci fa bene”. Così il segretario del Pd, Letta a colloquio con il Corsera commentando i dati dell’ultimo sondaggio Ipsos:”Erano 4 anni che non ci davano prima forza del Paese(…).Trasformeremo i sondaggi in voti e vinceremo le elezioni”. “Nel governo Draghi noi siamo a casa nostra e Salvini no. In 6 mesi la Lega ha perso il 6% e noi guadagnato il 3%”. E sulle alleanze,”cerco ragioni per andare d’accordo con Conte (…). Coi 5 Stelle voglio aprire un cantiere e discutere dell’alleanza per le politiche”. Queste le ottimistiche dichiarazioni del leader Deem, anche se i sondaggi per le prossime fondamentali elezioni coumnali danno il centrodestra in testa sia a Roma che a Milano.

Riamngono quindi serie e numerose difficoltà sul cammino di Enrico Letta ch oltre alla competizione con Salvini e Meloni alle prese con i problemi interni agli alleati pentastellati ancora scossi dall’addio di Casaleggio in polemica con Conte e con le frizioni intestine fra le correnti dello stesso Partito Democratico, per le quali Letta in maniera accorata una tregua.