lunedì, Agosto 2, 2021
Home > Abruzzo > Giochi olimpici di Tokyo: alcuni degli atleti abruzzesi che parteciperanno

Giochi olimpici di Tokyo: alcuni degli atleti abruzzesi che parteciperanno

giochi olimpici di tokyo

Giochi olimpici di Tokyo: alcuni degli atleti abruzzesi che parteciperanno

L’AQUILA – Altri straordinari atleti legati all’Abruzzo rappresenteranno l’Italia ai giochi olimpici di Tokyo:

  • Alessia Russo, classe 96, delle Fiamme Oro/armonia d’Abruzzo, è stata convocata nella squadra “le farfalle” come ginnasta di riserva.
  • Voleranno in Giappone anche l’ortonese Paolo Nicolai nel Beach Volley e Francesco Di Fulvio, pescarese, nella pallanuoto. Convocata anche la teatina Fabrizia Marrone nel softball.

Tokyo (AFI/ˈtɔkjo/[3]; in giapponese 東京 Tōkyō? [toːkjoː], letteralmente capitale orientale, trovandosi a est della precedente capitale Kyoto), in italiano anche Tokio o, raramente, Tochio,[4] è la capitale del Giappone, situata nella regione di Kantō sul lato sud-orientale dell’isola principale giapponese, Honshu, e comprendente anche le isole Izu e Ogasawara.[5] Ospita l’Imperatore del Giappone e il governo del Giappone.

In origine era un piccolo villaggio di pescatori di nome Edo (江戸?), la città divenne un importante centro politico del Giappone quando Shōgun Tokugawa Ieyasu fece della città il suo quartier generale nel 1603. Quando l’Imperatore Meiji trasferì la sede imperiale nella città da Kyoto nel 1868, Edo fu ribattezzata Tokyo, letteralmente “la capitale orientale”.[6]

Sebbene la città vera e propria abbia 13 857 443 di abitanti, undicesima città del mondo, secondo l’ordinamento amministrativo giapponese è una metropoli (都 to?) e una Megalopoli da oltre 40 milioni di abitanti: l’odierna area metropolitana di Tokyo (東京都 Tōkyō-to?) è frutto della fusione, avvenuta nel 1943, tra la prefettura di Tokyo (東京府 Tōkyō-fu?) e il suo capoluogo, la città di Tokyo (東京市 Tōkyō-shi?).[7] A seguito di tale fusione i due enti sono stati soppressi e con il nome Tōkyō si indica oggi una delle quarantasette prefetture del Giappone, in quanto si tratta in realtà di un’ampia area su cui si trovano svariate città indipendenti fusesi insieme in un’unica conurbazione.

L’area più popolata, quella che si affaccia a est sulla baia di Tokyo, corrisponde a quella dell’estinta città ed è stata divisa in ventitré quartieri speciali (特別区 tokubetsuku?). La parte a ovest, chiamata area di Tama (多摩地域 Tamajiki?), è suddivisa in ventisei città (市 shi?) e un distretto comprendente tre cittadine (町 chō? oppure machi?) e un villaggio (村 mura? o anche son?). Fanno inoltre parte della divisione amministrativa di Tokyo l’arcipelago delle Izu e le lontane isole Ogasawara, che si estendono nell’oceano Pacifico.[8]

La Tokyo moderna è classificata come città alfa+ dalla Globalization and World Cities Research Network. Con una popolazione di quasi 14 milioni, pari al 12% degli abitanti del Giappone, è la più popolosa e la più densamente abitata tra le prefetture del Paese, nonché la seconda capitale al mondo per popolazione dopo Pechino.[9] L’espansione urbanistica del dopoguerra ha creato una megalopoli, chiamata “Grande Area di Tokyo“, che si espande per circa 13500 km² e comprende anche buona parte delle vicine prefetture di ChibaKanagawa e Saitama. Questo è un immenso agglomerato urbano. L’area metropolitana è la più popolosa del mondo con oltre 40 milioni di persone[10], nonché la più grande economia di agglomerazione urbana del mondo. A partire dal 2011, Tokyo ha ospitato 51 delle società Fortune Global 500, il numero più alto di qualsiasi città al mondo in quel momento.[11] La città si è classificata al sesto posto nel Global Financial Centres Index del 2019.[12] Insieme a un’economia avanzata, Tokyo è spesso al primo posto tra le città più costose per gli espatriati.

Nella zona dei quartieri speciali hanno sede le istituzioni più importanti del Paese. Nel quartiere di Chiyoda si trovano la sede del parlamento nazionale e del governo giapponese, nonché la residenza dell’imperatore, il palazzo imperiale di Tokyo. Il governo metropolitano è affidato ad un’assemblea eletta che sceglie il governatore, e ha sede nel quartiere di Shinjuku.

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione scrive senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è la Associazione culturale “La Nuova Italia” che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net