lunedì, Novembre 29, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “La mia Thule” del 9 luglio alle 23 su Rai 5: di Francesco Guccini

Anticipazioni per “La mia Thule” del 9 luglio alle 23 su Rai 5: di Francesco Guccini

la mia thule

Anticipazioni per “La mia Thule” del 9 luglio alle 23 su Rai 5: di Francesco Guccini

(none)

Su Rai5 (canale 23) la nascita dell’ultimo album

La registrazione degli otto brani del suo ultimo disco che Francesco Guccini, con i musicisti di sempre, ha fatto nel 2013 all’interno del Mulino di Pavana, sull’Appennino tosco-emiliano: momenti che rivivono nel film – documentario “L’ultima Thule”, in onda venerdì 9 luglio alle 23.05 su Rai5. Dopo aver raccontato nelle sue canzoni e nei suoi libri storie, vite, esistenze, Guccini, ha voluto condividere con chi lo ha sempre amato, nei brani del disco “L’ultima Thule” (mitica e remota isola dei mari del nord), una dimensione intima e personale come forse mai aveva fatto prima. E infatti la registrazione di questa sua avventura avviene in un luogo a lui molto caro, il Mulino di Pavana, sull’Appennino, dove Guccini ha trascorso la sua infanzia e la sua adolescenza. Un luogo fisico dunque, ma anche fortemente simbolico, un luogo “magico” in cui Guccini ritrova il calore, gli affetti e i legami di un tempo. Il Mulino è stato per lui il luogo delle scoperte e della formazione, il “microcosmo” dal quale ha potuto attingere il materiale per le sue canzoni e i suoi libri. Da qui è nata l’idea di convincere il suo storico gruppo di musicisti ad accettare la sfida: trasformare il vecchio Mulino in una sala di registrazione facendo convivere il vecchio e l’antico con la tecnologia moderna.

Francesco Guccini (Modena14 giugno 1940) è un cantautorescrittore e attore italiano.

Fra i più rappresentativi e popolari cantautori italiani,[1][2][3][4][5][6] il suo debutto ufficiale risale al 1967 con l’LP Folk beat n. 1 (ma già nel 1959 aveva scritto le prime canzoni rock ‘n’ roll);[7] in una carriera cinquantennale ha pubblicato oltre venti album di canzoni. È anche scrittore e sporadicamente attore, autore di colonne sonore e di fumetti; si occupa inoltre di lessicologialessicografiaglottologiaetimologiadialettologiatraduzioneteatro ed è autore di canzoni per altri interpreti.[8][9]

I testi dei suoi brani vengono spesso assimilati a componimenti poetici, denotando una familiarità con l’uso del verso tale da costituire materia di insegnamento nelle scuole come esempio di poeta contemporaneo.[10] Oltre all’apprezzamento della critica, Guccini riscontra un vasto seguito popolare, venendo considerato da molti il cantautore “simbolo”, a cavallo di tre generazioni.[11]

Fino alla metà degli anni ottanta ha insegnato lingua italiana alla scuola off-campus bolognese del Dickinson College, un liberal arts college con sede centrale a Carlisle, Pennsylvania.[12] Guccini suona la chitarra folk, e la maggior parte delle musiche da lui composte ha come base questo strumento. È uno tra gli artisti con il maggior numero di riconoscimenti da parte del Club Tenco, con quattro Targhe, due Premi e un Premio Le parole della musica, cui si aggiungono vari altri premi e riconoscimenti.

La mia Thule è un documentario del 2013, diretto da Francesco Conversano e Nene Grignaffini. È il racconto della registrazione dell’album L’ultima Thule di Francesco Guccini, che, secondo quanto dichiarato, sarà il suo ultimo.[1]

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net