venerdì, Gennaio 21, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Domenica In” del 19 settembre alle 14 su Rai 1: al via la nuova edizione

Anticipazioni per “Domenica In” del 19 settembre alle 14 su Rai 1: al via la nuova edizione

domenica in
Anticipazioni per “Domenica In” del 19 settembre alle 14 su Rai 1: al via la nuova edizione (none)
Da domenica 19 settembre, ore 14. Conduce Mara Venier Da domenica 19 settembre, dalle ore 14 alle ore 17.10 su Rai1, in diretta dagli Studi “Fabrizio Frizzi” di Roma prenderà il via la nuova edizione, la tredicesima, di “Domenica in” condotta da Mara Venier per il quarto anno consecutivo, eguagliando così le stagioni condotte da Pippo Baudo. La formula resterà sostanzialmente invariata, avendo come punto di forza le interviste ‘one-to-one’ di Mara Venier con i prestigiosi ospiti che via via si succederanno nelle varie puntate. Lo studio è stato in parte rinnovato per accogliere tutti gli ospiti che saranno invitati nel salotto di Mara Venier, dove si esibiranno accompagnati dalla band di “Domenica in”, diretta anche quest’anno dal Maestro Stefano Magnanensi. In questa nuova edizione sarà dato ampio spazio all’intrattenimento, ma sempre con un occhio attento all’attualità con interviste e approfondimenti sui temi caldi della settimana: dall’andamento della campagna vaccinale, al ‘green pass’, ai casi di cronaca più significativi. La regia è di Roberto Croce. Domenica in è un programma televisivo italiano di intrattenimento in onda su Rai 1 dal 3 ottobre 1976.[1] Attualmente giunto alla 45ª edizione, è il contenitore domenicale più longevo della televisione italiana. Il programma nasce durante l’austerity, un periodo nel quale, a causa dei rincari petroliferi decisi dai paesi arabi negli anni settanta, il governo italiano vuole mettere un freno all’abitudine delle famiglie italiane, nata dopo il boom economico, di fare le gite domenicali con l’automobile. A tal fine, la Rai viene incaricata di creare un programma che convincesse a passare i pomeriggi domenicali in casa per non usare l’automobile; così viene creato un programma-fiume che coprisse l’intera fascia pomeridiana[2][3]. È una novità assoluta per la televisione italiana, dove nessun programma prima di allora ha mai superato l’ora di durata. Per ideare la trasmissione viene incaricato uno dei personaggi di punta della Rai dell’epoca, Corrado.[4]