venerdì, Gennaio 27, 2023
Home > Mondo > Gli Stati Uniti chiedono una “forte risposta africana” all’aggressione russa

Gli Stati Uniti chiedono una “forte risposta africana” all’aggressione russa

biden

Gli Stati Uniti chiedono una “forte risposta africana” all’aggressione russa

Francia e Germania “si preparano” nel caso in cui la Russia bloccasse le forniture di gas. Così il ministro dell’ Economia francese, Le Maire, in conferenza stampa con il suo omologo tedesco Habeck. “Potrebbe esserci una situazione in cui domani, in circostanze particolari, non ci sarà più il gas russo. Sta a noi prepararci a questi scenari e ci stiamo preparando”, ha detto. Entrambi i ministri hanno ribadito che i contratti per le forniture russe saranno pagati nella valuta concordata e non in rubli.

Putin ha firmato il decreto presidenziale sulle regole del commercio di gas naturale russo con i cosiddetti “Paesi ostili” per il pagamento in rubli. Così lo stesso leader russo, aggiungendo che entrerà in vigore da domani, 1° aprile. Il presidente russo esorta i Paesi occidentali ad aprire conti in rubli nelle banche russe per pagare il gas. “Nessuno ci vende niente gratis, e noi nemmeno faremo opere di carità. Ciò significa che i contratti esistenti, in caso di mancato pagamento del gas in rubli, saranno interrotti”, avverte.

Nel frattempo gli Stati Uniti sperano in “una forte risposta africana” all’aggressione russa e intendono contribuire a mitigare gli effetti economici del conflitto ucraino nel continente.

“Cerchiamo una forte risposta africana all’aggressione russa e accogliamo con favore l’opportunità di collaborare con il Senegal e altri africani sia nella risposta all’aggressione russa, sia per affrontarne le implicazioni a livello globale”, ha detto ai giornalisti l’ambasciatore statunitense presso l’Unione africana Jessica Lapenn a Dakar.

Lapenn e Akunna Cook, un funzionario dell’Ufficio per gli affari africani del Dipartimento di Stato americano, erano in Senegal per consultazioni, anche con il presidente Macky Sall, che attualmente detiene la presidenza di turno dell’Unione africana.

La loro visita arriva in un momento in cui l’invasione russa dell’Ucraina sta dividendo le nazioni africane.

Il Senegal, che ha forti relazioni con l’Occidente, ha sorpreso molti astenendosi in un voto dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite del 2 marzo sulla richiesta di un cessate il fuoco russo in Ucraina.

Ma il 24 marzo anche lo stato dell’Africa occidentale ha votato a favore di una seconda risoluzione delle Nazioni Unite, chiedendo alla Russia di fermare immediatamente la guerra.

Quasi la metà di tutti i paesi africani si è astenuta o non ha votato affatto in entrambe le occasioni.

Lapenn ha preferito accogliere la dichiarazione rilasciata dall’Unione Africana il 24 febbraio, giorno in cui il presidente russo Vladimir Putin ha lanciato l’invasione, che invitava la Russia a “rispettare il diritto internazionale, l’integrità territoriale e la sovranità nazionale dell’Ucraina”.

La dichiarazione dell’UA si è fermata prima di condannare l’intervento russo.

Cook ha affermato che è importante riconoscere “che l’Africa è molto colpita dall’invasione russa, sia per l’impatto economico in termini di aumento dei prezzi delle materie prime e del carburante e anche per la minaccia per l’integrità territoriale”.

Il Senegal importa il 57 per cento del suo grano da Russia e Ucraina e il prodotto interno lordo (PIL) del Paese potrebbe ridursi del tre per cento “a causa dei sussidi che saranno necessari per soddisfare questa domanda”, ha aggiunto, definendola una “sfida significativa” .

Gli Stati Uniti stanno esaminando una serie di opzioni per ridurre gli effetti economici, sia con la Banca mondiale e il FMI che a livello bilaterale, ha affermato Cook.

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net