domenica, Aprile 21, 2024
Home > Italia > La lista di Zelensky

La lista di Zelensky

KIEV – La lista di Zelensky che sta indignando l’opinione pubblica democratica italiana ed europea. Il 24 – 25 febbraio 2024 si é svolto presso Kiev, capitale dell’Ucraina, il vertice dei G8, questa volta presieduto dall’Italia, ed in particolare dal Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana Giorgia Meloni.

Per l’occasione, il capo del governo del Belpaese ha incontrato il Presidente Ucraino Zelensky che si é detto preoccupato della imminente controffensiva russa, della riduzione di forniture di armi e fondi da parte degli Usa e dei membri della UE, a causa dello scoppio della guerra in Palestina e della presenza nell’opinione pubblica delle democrazie europee di personaggi a favore della Russia di Putin.

In realtà, in questo ultimo caso, non ci sarebbe nulla di strano, dato che nei paesi democratici e pluralisti, sono, non solo tollerate, ma tutelate le opinioni dissenzienti da quelle del governo, senonché Zelensky ha rilasciato delle dichiarazioni che stanno suscitando un terremoto che sta indignando gran parte della cittadinanza, sulla volontà del governo ucraino di creare (udite udite) una lista di cittadini italiani in particolare, ed in generale dei paesi membri Ue che appoggiano la Russia di Putin che verrà segnalata ai vertici europei e dei singoli Stati; ovviamente non è dato sapere a noi poveri mortali lo scopo di questa lista di “nemici” o di “indesiderati” al governo ucraino, se per essere messi a tacere con ritorsioni o arresti, se perseguitati e penalizzati socialmente, oppure se nel mirino degli 007 di Kiev.

Fatto sta che da cittadino e intellettuale italiano dissenziente dalla attuale politica estera filo Nato del Governo di Roma, ritengo inaccettabile che le istituzioni italiane permettano al Presidente Zelensky di rivolgersi in questo modo contro determinati cittadini italiani che dovrebbero essere sempre tutelati dalle istituzioni democratiche italiane.

Cristiano Vignali