domenica, Gennaio 16, 2022
Home > Lazio > Roma: ancora violenza dopo la movida all’EUR nella notte di venerdi

Roma: ancora violenza dopo la movida all’EUR nella notte di venerdi

Roma: Ancora violenza dopo la movida all’EUR nella notte di venerdi

 

Ancora violenza a Roma all’uscita della discoteca all’EUR, dove un giovane a seguito di una lite  ha investito un gruppo di ragazzi “rivali” ferendone quattro secondo le agenzie, due accompagnati prontamente al pronto soccorso e ricoverati in codice rosso.

Il fatto, avvenuto alle 3.30 in viale di Val Fiorita ha visto come protagonista un giovane di 23 anni.

Ma la nottata di follia non si è fermata a questo solo episodio in quanto nelle stesse ore un Egiziano di circa 20 anni è stato accoltellato nella stessa zona per l’ennesima lite  davanti un altro locale.

Al fine di contrastare questi continui atti di violenza di cui sta macchiandosi Roma in questi ultimi anni, sono numerose le prese di posizione del mondo politico.

Dalla chiusura delle discoteche, che certamente provocherebbe la perdita di numerosi posti di lavoro, ad una stringente regolamentazione degli accessi e della somministrazione di prodotti alcoolici;  ma tali misure rischiano di portare ben pochi risultati, e non a caso questi atti criminali avvengono fuori dai locali, e fuori dai controlli degli addetti.

Riportiamo proprio per questo,  quello che ci ha riferito il dirigente di Fratelli d’Italia e Delegato all’Ambiente di Roma, Marco Visconti

“Dopo i fatti di violenza, accaduti la notte scorsa all’Eur, all’uscita di una discoteca, la politica la smetta di prendersela con la movida romana. Invece di sparare a caso, la proposta demenziale di chiudere le discoteche a rischio, utilizzando, poi, chissà quali criteri di determinazione, vengano riaperti i commissariati di notte, si combatta ancor meglio la criminalità di giorno e sia aumentata la presenza capillare delle forze dell’ordine, tornando a spendere e ad investire sulla sicurezza, ma non si tocchi il divertimento, l’aggregazione dei ragazzi e il loro modo di stare insieme, giù le mani dai locali e dal lavoro, risorse preziose per una Capitale Europea”.

Aggregare i giovani è importante, ma lo è ancor di più vigilare affinchè si evitino fenomeni pericolosi, magari stimolati da uso eccessivo di alcool e dal proliferare del consumo di droghe.

Difendiamo ciò che è lecito, contrastando l’illecito.

Questo a nostro avviso è il senso sacrosanto delle dichiarazioni  resi dal Dirigente di Fratelli d’Italia

Ettore Lembo

h