mercoledì, Dicembre 8, 2021
Home > Mondo > Attacco alle petroliere nel Golfo di Oman: Trump respinge la smentita dell’Iran

Attacco alle petroliere nel Golfo di Oman: Trump respinge la smentita dell’Iran

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha respinto al mittente la smentita dell’Iran riguardo al proprio coinvolgimento nell’attacco alle due petroliere nel Golfo di Oman.

Trump ha citato un filmato che, secondo Washington, mostrerebbe forze iraniane su una piccola imbarcazione che prende una mina inesplosa dallo scafo di una delle navi.

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha affermato che la verità deve essere “stabilita chiaramente”.

La Russia ha messo in guardia dal giungere a “conclusioni affrettate”.

Le esplosioni arrivano un mese dopo che quattro petroliere furono danneggiate in un attacco al largo delle coste degli Emirati Arabi Uniti. Gli Stati Uniti hanno accusato l’Iran di questo attacco, ma non hanno prodotto prove. L’Iran ha, anche questa volta, negato le accuse.

Le tensioni tra Stati Uniti e Iran sono aumentate in modo significativo da quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è entrato in carica nel 2017. Ha abbandonato un accordo nucleare che è stato mediato dall’amministrazione Obama e ha rafforzato significativamente le sanzioni contro l’Iran. Parlando con Fox News, Trump ha detto che l’Iran “l’ha fatto”. Il segretario alla difesa Usa, Patrick Shanahan, ha detto che gli Stati Uniti condivideranno l’intelligence per cercare di “costruire un consenso internazionale su questo problema internazionale”.

Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha accusato gli Stati Uniti di “rappresentare una seria minaccia per la stabilità in Medio Oriente”, senza riferirsi direttamente agli attacchi nel Golfo di Oman.

Il ministro degli Esteri Javad Zarif su Twitter ha accusato gli Stati Uniti di presentare un’accusa “senza uno straccio di prova fattuale o circostanziale” e di “sabotare la diplomazia”.

Il filmato pubblicato dagli Stati Uniti giovedì è però più convincente delle prove fornite in precedenza.

La piccola pattuglia bianca nel video è tipica della Marina iraniana dell’IRGC (Guardie rivoluzionarie) nel Golfo. Negli ultimi anni, la Marina dell’IRGC ha progressivamente soppiantato la marina convenzionale dell’Iran lungo tutta la costa del Golfo iraniano, dal confine con l’Iraq nel nord fino al Pakistan e al Mar Arabico. Le sue forze hanno costruito una formidabile flottiglia di piccole imbarcazioni, ad alta velocità, difficili da individuare, armati di mine, missili, siluri e droni.

L’Iran ha negato qualsiasi coinvolgimento negli attacchi di giovedì, dicendo che sono stati effettuati da qualcuno che cerca di far deragliare le relazioni dell’Iran con la comunità internazionale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net