giovedì, Ottobre 21, 2021
Home > Mondo > Attacco a Nizza, donna sgozzata all’interno della cattedrale di Notre Dame: tre morti

Attacco a Nizza, donna sgozzata all’interno della cattedrale di Notre Dame: tre morti

nizza

NIZZA – Sono almeno tre le persone rimaste uccise questa mattina nella città costiera francese di Nizza durante un’aggressione all’arma bianca che il sindaco locale ha descritto come un attentato “terroristico”.

L’attacco ha avuto luogo nelle prime ore della mattinata, nella cattedrale di Notre-Dame. Ad donna è stata tagliata la gola. Il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, in precedenza aveva descritto la donna come “decapitata”. L’autore dell’attacco, da quanto è stato possibile apprendere, avrebbe tentato di decapitarla senza riuscirci. La seconda vittima sarebbe un uomo, morto dopo essere stato pugnalato più volte. Per quanto riguarda, invece, la terza persona rimasta uccisa nel corso dell’attacco, si tratterebbe di una donna rimasta ferita all’interno della cattedrale, poi riuscita a fuggire. Si sarebbe rifugiata in un bar nei pressi, dove poi è morta.
L”aggressore è ancora vivo ed è stato preso in custodia. I media francesi avevano riferito questa mattina di due persone rimaste uccise e di diverse ferite durante l’ attacco, nei pressi della cattedrale di Notre Dame.

Il sindaco di Nizza Christian Estrosi aveva twittato: “Confermo che tutto fa pensare adun attacco terroristico”. Il ministro degli interni francese Gerald Darmanin ha invece rivolto un appello ai cittadini: “È in corso un’operazione di polizia. Evitare la zona”.

E ha annunciato di aver convocato una “riunione di crisi” in risposta all’attacco. Si tratta della secondo grave atto di violenza in Francia in un ristretto arco di tempo.

Samuel Paty, 47 anni, è stato decapitato dal diciottenne Abdullah Anzorov il 17 ottobre dopo aver usato le vignette per insegnare ai suoi studenti l’importanza della libertà di parola. Gli è stata conferita postuma la Legion d’Honneur – il più alto riconoscimento francese – e il presidente francese Emmanuel Macron ha insistito sul fatto che il paese “non rinuncerà alla libertà”.

Le vignette del Profeta Maometto sono state esposte in Francia in solidarietà con Paty per difendere quelli che molti nel paese vedono come il simbolo del valore della libertà di parola.

Macron ha dichiarato che raddoppierà gli sforzi per fermare le credenze islamiche conservatrici che sovvertono i valori francesi, il che ha suscitato le ire di Erdogan.

L’assalitore di Nizza si chiamerebbe Brahim e avrebbe parlato in arabo alla polizia che lo ha neutralizzato. In ospedale avrebbe dichiarato di aver agito da solo. L’assalitoro avrebbe 23 anni e questa mattina si sarebbe introdotto con un coltello nella cattedrale di Notre Dame di Nizza.

Aggiornamento: Le tre vittime sono due donne, di 60 e 44 anni, e un uomo di 55 anni. Le due persone decedute all’interno della cattedrale sono state sgozzate, secondo diverse fonti. Un’altra vittima, una donna, si è invece rifugiata in un bar vicino alla chiesa, dove è morta poco dopo per le conseguenze delle ferite. Quest’ultima, prima di morire, ha detto: “Dite ai miei figli che li amo”. Tra le tre vittime c’è anche il custode della chiesa di Notre-Dame.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net