lunedì, Ottobre 25, 2021
Home > Marche > Ascoli piange la scomparsa di Marisa Ferretti Barth, prima senatrice italiana in Canada

Ascoli piange la scomparsa di Marisa Ferretti Barth, prima senatrice italiana in Canada

Marisa Ferretti Barth

Ascoli piange la scomparsa di Marisa Ferretti Barth, prima senatrice italiana in Canada

ASCOLI PICENO – “Apprendo con tristezza della scomparsa dell’On. Marisa Ferretti Barth, originaria di Ascoli Piceno e prima Senatrice di origine italiana del Governo del Canada.

Grande ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, pioniera nell’ambito socio-comunitario.

Alla sua famiglia e a tutti i suoi cari il mio più sincero cordoglio”. Così in sindaco di Ascoli Piceno, Marco Fioravanti, in una nota ufficiale.

Dal suo arrivo in Quebec nel 1963, Marisa Ferretti Barth ha tracciato un percorso caratterizzato da impegno, generosità e leadership. All’inizio degli anni ’70 è diventata consulente per l’immigrazione, poi organizzatrice di servizi per la comunità italiana. Rendendosi conto che c’era una grave mancanza di risorse per gli anziani, in particolare italo-canadesi, ha fondato l’RCICS nel 1973. A sua volta, ha ricoperto le cariche di assistente sociale, consulente per le risorse umane, organizzatrice di comunità, amministratore delegato, vicepresidente e infine presidente dell’RCICS. Oggi, il consiglio ha quasi 12.000 membri nella Grande Montréal e offre una serie di programmi e servizi adattati specialmente alle esigenze degli anziani e dei più svantaggiati. 

Nel corso della sua carriera, Marisa Ferretti Barth ha contribuito a creare diverse agenzie umanitarie, in particolare per le comunità afgana, cinese, laotiana, libanese-siriana e russa. La sua esperienza e collaborazione sono state chiamate per implementare la rete FADOQ, il Consiglio consultivo nazionale sull’invecchiamento, il Conseil des aînés du Québec e l’Osservatorio sull’invecchiamento e la società dell’Université de Montréal. Ha anche contribuito a creare il Table de concertation des aînés de l’Île de Montréal, un comitato direttivo in cui ha svolto il ruolo di testimone, collegamento e rappresentante per anziani e anziani, contribuendo concretamente a rompere l’isolamento che molti anziani affrontare e facilitare la loro piena integrazione nella società.  

Nel 1997, questa eccezionale altruista è stata la prima donna nata in Italia ad essere nominata al Senato del Canada dove ha servito in vari comitati per difendere e migliorare la vita di anziani e persone svantaggiate. 

La sua instancabile dedizione è stata riconosciuta con molti prestigiosi riconoscimenti da organizzazioni comunitarie e dai più alti livelli politici. Ha ricevuto la Medaglia del Luogotenente Governatore del Quebec nel 2009, il Prix Hommage Aînés della Table de concertation des aînés de l’île de Montréal nel 2010 e il Prix Grand-Aînée dell’Osservatorio sull’invecchiamento e la società nel 2015. È stata nominata Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana nel 2003 e Cavaliere dell’Ordre national du Québec nel 2008.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net