lunedì, Aprile 12, 2021
Home > Abruzzo > Campli conquista il sesto posto nella sfida tra i Borghi più belli d’Italia

Campli conquista il sesto posto nella sfida tra i Borghi più belli d’Italia

campli

“Campli ha conquistato il sesto posto nella sfida tra i Borghi più belli d’Italia! Un risultato grandioso, un orgoglio per tutto l’Abruzzo. Complimenti a tutta la cittadinanza e all’amministrazione guidata dal sindaco Federico Agostinelli“. Così il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, sul proprio profilo Facebook.

Campli (Chimblë in dialetto abruzzese) è un comune italiano di 6.986 abitanti della provincia di Teramo in Abruzzo. Fa parte dell’unione dei comuni montani della Laga e, dall’anno 2018, è incluso nel club dei borghi più belli d’Italia.

  • Il Palazzo Farnese (attualmente sede del Municipio) è stato costruito alla fine del XIII sec., è l’edificio più antico d’Abruzzo, sono state apportate modifiche nel XVI secolo. Il prospetto antistante piazza Vittorio Emanuele presenta al piano terra sette archi a tutto sesto sostenuti da pilastri, il portico coperto da volte a crociera in mattoni. Il secondo livello presenta sei trifore caratterizzate da un archetto centrale trilobato e, ai lati, due archetti a tutto sesto sorretti da colonnine, sono presenti anche due finestre rettangolari ad arco che interrompono la cornice marcapiano. Su un concio della facciata si può leggere “CAMPII – MDXX”, presumibilmente, l’anno 1520 si riferisce alle prime modifiche apportate all’edificio. Nel XVIII sec. subì danni a causa di un terremoto. Successivamente venne restaurato e dotato di un terzo livello, in seguito demolito , che fino al 1845 fu il primo teatro della regione. Durante la dominazione francese Palazzo Farnese, residenza degli antichi signori di Campli, venne trasformato in caserma. Venne restaurato, ancora, nel 1888 dopo un periodo di abbandono e decadenza. Nel 1902 è stato inserito nell’elenco dei Monumenti nazionali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *