venerdì, Ottobre 23, 2020
Home > Marche > Risorse idriche, approvato l’accordo di programma “Anello dei Sibillini”

Risorse idriche, approvato l’accordo di programma “Anello dei Sibillini”

sibillini

Fabiani: “Traguardo storico per l’AATO5, investimenti per 235 milioni di euro in tre province”  

L’Assemblea dell’AATO 5 Marche Sud ha approvato ieri, all’unanimità, uno storico accordo di programma denominato “Anello dei Sibillini”. Il progetto, finanziato con la Legge 205 del 2017 “Piano degli interventi nel settore idrico”, mette a disposizione un importo complessivo di ben 235 milioni di euro per realizzare, nei prossimi anni, interventi strutturali volti alla risoluzione delle problematiche idriche nell’area della Regione Marche Sud interessata da frequenti fenomeni di emergenza idrica aggravati dalle conseguenze del sisma del 2016.

Il programma “Anello dei Sibillini” interessa 135 comuni

Gli interventi previsti dall’accordo di programma comprendono le province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata interessano 135 comuni e si rivolgono ad una popolazione di circa 1 milione di abitanti. L’atto approvato nella riunione svoltasi ieri nella sala Conferenze della Ciip ha dato il via libera, tra l’altro, ad un primo investimento per la progettazione nei prossimi due anni per una spesa di 6 milioni e 100 mila euro.

“Si tratta di un accordo di programma in tema di risorse idriche tra i più importanti e tra i primi finanziati a livello nazionale – evidenzia il Presidente dell’AATO 5 Marche Sud Sergio Fabiani – ringrazio tutti i sindaci che, con grande entusiasmo, impegno e partecipazione, hanno reso possibile questo straordinario risultato per le comunità locali del sud delle Marche. Gli amministratori – aggiunge Fabiani – con riguardo al sistema idrico integrato, si sono sempre mossi con lungimiranza e senso della pianificazione, fin dai tempi dell’affidamento in house al gestore Ciip Vettore e, successivamente, quando a seguito del terremoto, è stato prorogato l’affidamento di altri 15 anni alla Ciip per venire incontro alle esigenze del territorio. L’anello dei Sibillini costituirà, a regime, un sistema efficace di mutuo soccorso rappresentando un esempio importante di sinergie e capacità di programmazione”.

Entrando nel dettaglio il progetto ha come obiettivo quello di realizzare un sistema idrico ausiliario che si concretizzerà in due fasi strategiche. La prima consiste nel reperire nuove fonti idriche di approvvigionamento utilizzando le sorgenti disponibili nei vari territori mentre la seconda è volta ad interconnettere i diversi sistemi di adduzione del Pescara, dei Sibillini, del Tennacola e del Nera. Nell’accordo si stabilisce che la società che ha promosso e realizzerà l’intervento sarà la Ciip Vettore per conto degli enti gestori delle tre province e l’AATO 5 Marche Sud fungerà da Ato di riferimento per il progetto con funzione di capofila. Tra i primi stralci ad essere realizzati, nel breve periodo, figura il bypass del Pescara, progetto già finanziato per 27 milioni di euro dal Ministero e in fase di avanzata progettazione.

IPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *