mercoledì, Dicembre 1, 2021
Home > Marche > Porto d’Ascoli, una messa in memoria della giovane mamma Francesca Galazzo

Porto d’Ascoli, una messa in memoria della giovane mamma Francesca Galazzo

porto

Porto d’Ascoli, una messa in memoria della giovane mamma Francesca Galazzo

PORTO D’ASCOLI – Sono trascorsi 4 anni dalla tragica notizia, che scosse l’intera comunità.

Era il 14 luglio 2017 quando la giovane mamma Francesca Galazzo (27 anni) morì al Luna Park di San Benedetto del Tronto, dopo essere caduta da una giostra.

“Sling Shot” era questo il nome dell’attrazione, che al tempo risultò fatale alla 27enne.

Stando alle dinamiche del drammatico accaduto, la ragazza era salita sulla giostra in compagnia di un ragazzo, quando ad un tratto, è precipitata da un’altezza di circa 20 metri.

Domani sarà il quarto anniversario dalla morte di Francesca Galazzo, che alle 18:30 verrà commemorata con una messa, celebrata nella chiesa della Ss Annunziata, per non dimenticare la giovane mamma, vittima di un crudele destino.

La sambenedettese Francesca Galazzo, 27 anni, madre di un bambino, è deceduta dopo essere precipitata dall’altezza di 20 metri dallo sling-shot del Luna Park di San Benedetto del Tronto.

Erano circa le 23 quando Francesca, che si era recata al Luna Park insieme alla mamma, al figlioletto di due anni, e ad un paio di amici, aveva deciso di salire e cimentarsi nell’impresa. Lo sling-shot è una sfera che può essere sparata fino a 55 metri di altezza e che ruota su se stessa. La modalità del lancio è molto simile a quello di una fionda. Viene chiamato anche “capsula gravitazionale”.

Dopo una decina di metri era già chiaro che qualcosa non stesse funzionando. Dopo poco il supporto di Francesca si era sganciato e la giovane era precipitata nel vuoto.

Elisa Cinquepalmi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net